logo
Ormai sono sempre di più i viaggiatori esperti. Si affronta il viaggio come una scoperta, ma per farlo in sicurezza e ottenere ciò che ci si aspetta è fondamentale scegliere l'operatore giusto.
Quetzal ha aderito al Fondo Vacanze Felici
fvf
Ulime news dal diario di bordo
Top
 

ETIOPIA: LA VALLE DELL’OMO

La culla dell'umanità... l'Etiopia

ETIOPIA: LA VALLE DELL’OMO

per person

1° TAPPA: Addis Abeba

L’Etiopia merita di essere visitata non solo perché le scoperte archeologiche degli ultimi 40 anni hanno dimostrato come questa regione sia stata la culla dell’umanità, ma anche perché l’Etiopia è l’unico paese dell’Africa a non aver perso la propria indipendenza nel periodo coloniale (1870-1914), quando le potenze europee si spartirono gran parte del territorio africano. Ancora oggi il popolo etiope è orgoglioso della propria tradizione di indipendenza. Oltre che per gli aspetti politici, questo paese africano ricco di storia e di cultura si distingue anche per la religione cristiano ortodossa, che gli etiopi sono riusciti a mantenere nonostante nel VII secolo tutti i paesi limitrofi abbiano abbracciato l’islamismo.

Addis Abeba è la capitale del paese: qui è possibile visitare il Museo Nazionale con i reperti sabei e i resti di Lucy, un ominide vissuto nella valle dell’Awash tre milioni e mezzo di anni fa e il Museo Etnografico, con una splendida collezione di strumenti musicali e di croci copte, nonché le stanze dove abitò l’imperatore Hailè Selassiè. Bellissima è anche la cattedrale della Santissima Trinità. Il punto più panoramico della città è Entolo.

2° TAPPA: Melka Kunture – Adadi Mariam – Tiya

Bellissimi da visitare sono i siti archeologici di Melka Kunture, Tiya e la chiesa rupestre più a sud di tutta l’Etiopia, Adadi Mariam. Melka Kunture è un sito preistorico, rinvenuto nel 1963. Nel piccolo museo si può ammirare un’importante collezione di attrezzi di basalto utilizzati dall’homo erectus/ sapiens. Più a sud abbiamo Adadi Mariam, chiesa semimonolitica di grandi dimensioni. Il sito archeologico di Tiya, con molte stele funerarie antiche, decorate con incisioni misteriose di cui ancora oggi non si conosce il significato e l’origine, è ancora ricco di misteri: una meta adatta per chi ha la passione dei misteri e dei segreti della storia antica.

3° TAPPA: Langano – Chencha

Passando attraverso questi due paesini caratteristici si può notare la vegetazione di cui dispone Langano: esso è puntellato di villaggi e piccole cittadine. Chencha, invece, è il villaggio delle popolazioni Dorze, famose per i lavori di tessitura e le particolari abitazioni.
Il lago Chamo, il terzo lago più grande d’Etiopia, è il sito prediletto per chi ama gli animali esotici e pericolosi come ippopotami e coccodrilli.
Spostandosi verso Jinka è possibile addentrasi nel caratteristico mercato settimanale di Key Afer, che si tiene al giovedì. Da Jinka si può raggiungere il Mago National Park in cui si possono visitare i villaggi Mursi. Le donne Mursi, per bellezza, usano mettere piattelli circolari di argilla nelle labbra, mentre gli uomini presentano sulla pelle scarificazioni indicanti il numero di animali selvatici uccisi o dei nemici uccisi in battaglia.

4° TAPPA: Turmi

Turmi è la città più importante degli Hamer, una popolazione famosa per le decorazioni corporee. Durante i mesi di febbraio, marzo e aprile, gli Hamer effettuano la cerimonia del salto del toro che simboleggia il passaggio dei ragazzi più giovani dalla pubertà all’età adulta.

5° TAPPA: Yebello

Vicino al centro abitato di Yabello, situato nell’Oromia a sud dell’Etiopia, si trova il villaggio Arbore, una tribù che usa gioielli fatti di perline e alluminio. Particolarissime le loro collane che vengono avvolte intorno al collo in vari fili. È d’obbligo, anche, una sosta alla residenza del re dei Konso, una popolazione di agricoltori famosa per i lavori di terrazzamento sul terreno circostante il loro villaggio. Altro villaggio molto carino è quello dell’etnia Borana.

6° TAPPA: Yirgalem – Hawassa

I più imporanti campi di stele dell’Etiopia meridionale si trovano a Dilla. Raggiunto Yirgalem è possibile effettuare un piccolo trekking nella foresta vicina, con moltissime specie: in essa è situato un piccolo villaggio di coltivatori di caffè. È davvero emozionante osservare il pasto delle iene che, attirate dal cibo loro offerto, escono timidamente dalla foresta in cui vivono.
Hawassa è uno dei laghi della Rift Valley in cui è caratteristico il mercato del pesce che si tiene alle prime ore del mattino.

  • Included
    ETIOPIA: LA VALLE DELL’OMO

TOUR LOCATION

ADDIS ABEBA - MELKA KUNTURE - TIYA - JINKA - TURMI - YEBELLO

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.