logo
Ormai sono sempre di più i viaggiatori esperti. Si affronta il viaggio come una scoperta, ma per farlo in sicurezza e ottenere ciò che ci si aspetta è fondamentale scegliere l'operatore giusto.
Quetzal ha aderito al Fondo Vacanze Felici
fvf
Ulime news dal diario di bordo
Top
 

Il Giro del Mondo in 43 Giorni…

Il Giro del Mondo in 43 Giorni…

1° TAPPA: Ecuador

Visita della città di Quito con guida in italiano il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco, ed è senza dubbio uno dei quartieri coloniali meglio conservati di tutto il continente. Proseguendo verso nord si arriva alla Metá del Mondo, dove nel 1736 una spedizione scientifica Francese, stabilì la latitudine 0’00’00 che traccia la linea equatoriale.

2° TAPPA: Isole Galapagos

La prima isola che si andrà a visitare sarà quella di San Cristobal in cui vi è il Centro di Interpretazione di San Cristobal e il Cerro Brujo dove si trovano fenicotteri rosa. Successivamente si potrà visitare l’isola più a sud dell’arcipelago,Española, dove si trova Punta Suarez, uno dei posti più spettacolari delle Galapagos: qui si possono ammirare i leoni di mare surfare le onde e le iguane prendere il sole. Gardner Bay è una delle spiagge più belle delle Galapagos lunga circa 1 km, casa di molte colonie di leoni marini. Ancora più spettacolare è il Gardner Rock, raggiungibile in canotto, posto molto noto tra gli amanti dello snorkeling per la presenza di squali e molti altri variopinti abitanti del mare.
Ancora dopo si arriverà all‘isola di Santa Cruz: qui è situato il z. World Heritage Site dell’UNESCO, un centro di salvaguardia e studio delle testuggini di mare, dove diverse specie vengono preparate ad essere reintrodotte nel loro ambiente naturale. Vi è anche la possibilità di snorkeling. Bachas Beach è una spiaggia di sabbia bianca dove si possono trovare alcuni nidi di testuggini marine, ha un bellissimo mare in cui fare il bagno e una piccola laguna spesso frequentata da fenicotteri e iguane marine. Si possono avvistare anche chiurli, aironi blu, pellicani, granchi delle rocce rosse e altre specie.

3° TAPPA: Perù

Dopo aver raggiunto la citta di Lima ci si sposterà a Cusco. La mattinata sarà dedicata alla visita dei rioni storici della città: l’antica Cattedrale coloniale, alcuni stretti vicoli il cui disegno urbanistico risale ancora all’epoca Inca e il Tempio solare inca della Qorikancha, sul quale gli spagnoli costruirono il convento di Santo Domingo. La visita prosegue poi verso le rovine inca di Tambomachay, Puca Pucara, Qenqo e Sacsayhuaman.
Potranno essere organizzate escursione nella Valle Sacra degli Incas; si visiterà il mercato indio di Pisaq, dove avviene il baratto di prodotti agricoli fra i contadini locali e si discenderà, poi, lungo la spettacolare Valle Sacra per giungere, infine, alla fortezza di Ollantaytambo.
Altra bellezza naturale che non può mancare di essere visitata la cima della montagna che nasconde la massima espressione culturale e architettonica degli Incas: Machu Picchu.
Un’intera giornata potrà essere dedicata ad una navigata sul lago Titicaca, lo specchio navigabile più alto del mondo; si potranno vedere le isole galleggianti degli indiani Uros, si prosegue poi fino all’isola Taquile, nel cuore del lago, abitata dagli indiani omonimi, ottimi artigiani.

4° TAPPA: Cile

Dopo essere arrivati alla capitale Santiago del Cile si prosegue verso l’Isola di Pasqua. L’escursione inizia con la salita alle falde del vulcano Rano Kao per arrivare al mirador sul cratere. Successivamente ci sarà una visita alla Aldea cerimoniale di Orongo, situata su un pendio dove si realizzava l’elezione del leader annuale a seguito di una rischiosa competizione, misto di abilità fisica e credenze ancestrali. Escursioni molto interessanti si potranno svolgere in differenti zone archeologiche, con la possibilità di conoscere l’evoluzione della cultura Rapa Nui, dalle sue origini al suo splendore e le sue crisi. Lungo la costa si può osservare Ahu Akahanga, il vulcano Rano Raraku e le sue pendici: qui furono scolpiti la maggior parte dei Moais e qui si trova il maggior numero di queste statue.

5° TAPPA: Isole del Vento (Polinesia Francese)

Qui si potrà visitare l’isola più grande dell’arcipelago: Tahiti. Si potrà visitare la caotica capitale di Papeete.

6° TAPPA: Australia

Una delle città piu belle dell’Australia è Melbourne: splendida, ricca di parchi, palazzi antichi e grattacieli moderni. Ha un fascino intellettuale, forse dovuto all’architettura vittoriana dei palazzi storici. Melbourne è definita a buon diritto la “città dei giardini”.

“Ocean Road Australiana”:

la prima tappa del tour è cittadina di Lorne, dopo di che ci si sposta a Mt. Gambier dove si può ammirare lo stupedo scenario dei famosi “12 Apostoli”. Meravigliosa è anche Kangaroo Island considerata l’Australia in miniatura, per la presenza di moltissimi animali quali: leoni marini, canguri, foche, pinguini e il tenerissimo Koala. Si passa poi alla città di Adelaide: qui si potrà visitare Ayers Rock, simbolo per eccellenza dell’Australia. Questo suggestivo monolito, situato a 500 km a sud-ovest di Alice Spring, è alto 350 metri e largo 9,5 km. Assieme al gruppo dei Monti Olga forma il Parco Nazionale di Uluru,una delle mete impedibili per chiunque visiti l’Australia per la prima volta. Per gli aborigeni Uluuru è il “ Luogo Sacro dei Sogni.” Una delle caratteristi più suggestive del monolito è l’incredibile varietà di sfumature di rosso che si alternano al tramonto e all’alba,i momenti più suggestivi della giornata. La prossima meta è Sidney: luminosa, vitale, offre bellezze naturali incomparabili come la baia, le moltissime spiagge della costa e la maestosa Opera House.

7° TAPPA: Hong Kong

Si potrà vivere al meglio questa frizzate città asiatica molto caotica.

Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.